2020.03.25 RIORDINANDO

Chi di noi in questi giorni non ha messo meno a qualche cassetto che non veniva aperto da un po’?! Chi non ha spolverato qualche libreria ritrovandosi per le mani libri, CD o altro che neanche ricordava di avere?!

Personalmente ho approfittato subito del tempo a disposizione tra le mura di casa per riordinare luoghi che da tempo richiamavano la mia attenzione, ma che io avevo loro negato. Sì… perché ogni scusa era buona per andare fuori e stare in movimento!

Di storia da riscoprire non ne avevo molta: i lavori di totale ristrutturazione risalgono a tre anni fa, quindi il grosso fu ritrovato e selezionato allora, ma… qualcosa che ha attirato il mio cuore l’ho trovato!

  • Un libro di cucina con ricette a base di legumi e farine particolari
  • Un libro sulla dieta e i gruppi sanguigni
  • Dizionario livornese-italiano
  • Due numeri della rivista “Scienza e Movimento”
  • Due mini guide VIATORIBUS… soprattutto quella di Campiglia Marittima
  • Enciclopedia Garzanti di Filosofia
  • Due libri di psicologia scritti da un Amico
  • Un DVD “Sguardi in Ascolto” del Parco della Maremma (ancora incartato)
  • Un paio di libri tra preparazione atletica e ginnastica posturale
  • Disegni ricevuti in regalo da una classe della Scuola “G. Marconi” a conclusione del loro Progetto “Archeo Nordic 2015/2016”

Via via che spolveravo e mettevo a posto scaffali e cassetti ho accantonato la refurtiva e creato per lei un angolino a posta. Non so ancora da cosa comincerò, non so ancora cosa ci farò, ma ciò che sento è che tutto ciò potrebbe essermi aiuto in questo cammino. La sensazione è che tra queste pagine, suoni e immagini possa trovare delle risorse per andare avanti in questa Nuova Vita.

La mia dislessia di sicuro, salvo miracoli, non mi permetterà certo di leggere tutto: ormai sono abituata e sento che ciò che “casualmente” mi capiterà sotto gli occhi sarà qualcosa di prezioso da mettere nel mio zaino.

Una delle chiavi di lettura che sto cercando di utilizzare in questo periodo è quella de “L’ascolto”. Ascoltare se stessi per poter ascoltare l’altro, ascoltare se stessi per poter inserirsi meglio nell’ambiente: molto diverso da quello a cui ero abituata. Cerco, inoltre, di percepire ogni sensazione, ogni emozione: ci sono di sicuro molte cose di cui sento la mancanza, ma anche molte che ho acquisito. Non c’è un meglio e un peggio: è così, è una condizione che è cambiata molto rapidamente e senza che potessimo fare niente per cambiare il suo corso. Possiamo, però, viverla a pieno come abbiamo sempre fatto!

Calendario eventi

<<  Gennaio 2022  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31